Skip to main content

Dal fisico al digitale e dal digitale al fisico. Se, all’inizio, furono i campioni del brick and mortar ad affacciarsi sul web, anche in risposta ai marketplace nativi digitali, da qualche tempo quest’ultimi stanno convergendo sul mattone, aprendo i primi store fisici. Si inserisce in questo filone l’apertura del negozio di AliExpress, società del gruppo Alibaba, presso lo shopping centre Xanadú di Madrid, che assume un’ulteriore valenza essendo anche il primo store del colosso cinese delle vendite online in Europa.

Il punto vendita nasce dalla collaborazione di AliExpress con D.Phone, importante rivenditore cinese di telefoni cellulari e accessori. D.Phone, partner strategico del progetto, si occuperà della gestione del negozio e supporterà AliExpress nello sviluppo di strategie commerciali innovative.

Attraverso la combinazione dei canali di vendita fisico e online i visitatori del negozio AliExpress di Intu Xanadú (co-proprietà di Nuveen Real Estate, una delle più grandi società al mondo attiva nella gestione degli investimenti immobiliari, e Intu) potranno acquistare un’ampia gamma di prodotti tecnologici ed elettronici, quali piccoli elettrodomestici, articoli per la casa e dispositivi indossabili.

Aperto nel 2003, l’Intu Xanadú fa parte del portafoglio di Nuveen Real Estate nella regione iberica dal 2017. Con una superficie di oltre 150.000 mq per 220 negozi, l’unica pista da sci indoor della Spagna e un acquario, lo Xanadú accoglie oltre 13 milioni di visitatori all’anno.

«La presenza di un operatore all’avanguardia come AliExpress è un grande risultato per lo Xanadù – dichiara Marta Cladera de Codina, managing director Nuveen Real Estate Iberia – É anche un ulteriore passo avanti nel garantire ai clienti un’offerta sempre più ampia, con l’obiettivo di rendere sempre piacevole le loro visite e la loro shopping experience».

Riproduzione riservata © retail&food