Skip to main content

Eataly ha chiuso il bilancio 2023 con un forte recupero dei margini, benché con un risultato ancora negativo.

La società controllata di Investindustrial ha registrato ricavi consolidati a 656 milioni di euro (+9%), con il 60% dei quali che proviene dal Nord America.

L’Ebitda consolidato è a 41,1 milioni di euro, in aumento del 61% sul 2022 e più che raddoppiato rispetto al 2019. Il rimbalzo dei margini segnala la progressiva ripresa dell’azienda.

“La crescita dei ricavi e dei margini è arrivata in anticipo rispetto ai nostri piani iniziali e rappresenta per Eataly un segnale positivo ed
un’accelerazione del percorso di sviluppo intrapreso” ha commentato il Ceo, Andrea Cipolloni.

Il risultato netto consolidato, però, è negativo per 28 milioni, su cui pesano 22 milioni di oneri straordinari non ricorrenti. Il “rosso” di bilancio contrasta con alcune dichiarazioni rilasciate alle agenzie lo scorso novembre, quando Eataly paventava il ritorno all’utile già dal 2023.

“Vogliamo inoltre continuare ad investire in nuove aperture, sia in gestione diretta sia in concessione, rappresentando sempre più una finestra unica nel mondo per i produttori italiani di eccellenze locali” ha aggiunto Cipolloni.

riproduzione riservata retail&food