Skip to main content

Nel 2023 Neinver ha registrato conti record, con vendite complessive a 1,48 miliardi di euro, in crescita dell’11% sul 2022.

I centri gestiti dalla società in sei Paesi europei hanno accolto quasi 68 milioni di visitatori nei 12 mesi, con un aumento dell’8,5% rispetto al 2022.

Meno marcata la crescita nei due outlet italiani, Vicolungo e Castel Guelfo The Style Outlets, in crescita del 7,2% sul 2022 sia come visite, sia come volumi.

“Nonostante le sfide degli ultimi anni, abbiamo sempre registrato performance positive. La domanda di spazi nei centri è aumentata, sia da parte di nuovi operatori, sia da parte di brand già presenti nel nostro portfolio” ha commentato l’amministratore delegato di Neinver, Daniel Losantos.

Nel corso dell’anno sono stati sottoscritti 413 accordi e il tasso di occupazione dei centri in portfolio ha raggiunto il 96,5%.

Tra le nuove aperture italiane spiccano L’Oréal, Tommy Hilfiger, Rituals, Villeroy & Boch, Dockers, Medi-Market e Bassetti Home Innovation. Da segnalare anche gli accordi per l’aumento delle superfici siglati con marchi quali The North Face in Italia, Skechers, adidas e Puma in Spagna, Bestseller Group brands ad Amsterdam e adidas, Boss, Lacoste e Pepe Jeans in Polonia.

Nei centri del gruppo cresce lo spazio dedicato a food & beverage, la cui quota è passata da meno del 5% a oltre il 10% in alcuni centri, mentre le vendite a livello di ristorazione sono cresciute di circa il 5% in più rispetto alle altre categorie. Tra i nuovi accordi siglati in Italia sono da ricordare quelli con Rossopomodoro, Botega Caffe Cacao e Lino’s Coffee.

riproduzione riservata retail&food